Blue Lagoon
Iceland

L’isola del Benessere? Ecco la prossima tentazione termale: l’Islanda.


L’Islanda è un vero e proprio Eden in terra, per gli amanti del Wellness, poiché l’attività geotermale è molto intensa su tutto il suo territorio, che può essere considerato come l’isola del Benessere, per la presenza, un po’ ovunque, di piscine termali.

Perché non lasciarsi attrarre dall’irresistibile tentazione della naturale Spa geo-termica islandese, Blue Lagoon? Vi garantisco che è stata per me un’esperienza rigenerante e sorprendente!

Gli islandesi hanno un vero e proprio culto per l’acqua salina, tanto da creare, vicino all’oceano o nell’entroterra spettacolare, simile a un surreale paesaggio lunare, delle oasi minerali marine, purificate e trasportate in loco.
In questa terra è facile trovare proprie lagune private, riscaldate naturalmente dall’azione dei geyser, dove potersi coccolare con l’acqua benefica che sgorga dalle viscere della terra, poiché, geograficamente, la regione si è formata dalle ripetute eruzioni vulcaniche e dall’attività sismica di tutti questi millenni.

Il più spettacolare è il centro “BLUE LAGOON”, a 40 km da Reykjavik, e sorge su un lago sotterraneo salino ricreato ed è uno dei tesori naturali minerali d’Europa, dove, d’inverno, ti capita di essere accarezzato all’aperto da acqua sulfurea tra i 37 e i 39 gradi, intorno a neve e a ghiacciai bianchissimi, solcati dalla lava nera.

Quest’acqua preziosa, color azzurro-lattiginoso come il cielo, è ricca di specifici microrganismi, come l’alga Cyanobacteria, che possiede interessanti proprietà cosmetiche curative e di minerali, come il silicio bianco e lo zolfo, che rigenerano la pelle, donandole morbidezza e luminosità.

È elisir di salute, poiché è ideale per rilassare muscoli e articolazioni, esercitando un benefico effetto vasodilatatore e trattando disturbi epidermici.

È un paradiso geotermale considerato una tra le 25 meraviglie del mondo! È stato scoperto agli inizi del 1980 e realizzato su un cratere di rocce vulcaniche formatesi 800 anni fa e, dopo parecchi lavori e nuovi progetti, ora vanta una clinica per trattamenti di psoriasi cutanea, l’Hotel Silica, per interi soggiorni, il bar Lagoon e il ristorante Lava, con cucina creativa nordica.

Mi ha stupito maggiormente notare quanto faccia star bene l’immersione in acqua calda e vapori naturali, anche beneficiando dell’applicazione della maschera di silice bianco-latte, offerta dalla struttura. È un modo salutistico e rivitalizzante per liberarsi da stress della mente e impurità della pelle.

L’unico rischio è di trovarla un po’ affollata. Io sono entrata all’apertura, alle 8 del mattino e sono rimasta per qualche ora. Oltre alla vasca naturale, che contiene sei milioni di litri di acque termali che, ogni 40 ore si rinnovano grazie a una centrale vicina, il centro offre saune, bagni turchi e numerosi trattamenti benessere, come fangature, scrub al sale e massaggi, tra cui il meraviglioso water-massage, il massaggio rilassante, da eseguire galleggiando.

In aggiunta, è stata creata una linea di prodotti cosmetici Blue Lagoon, acquistabili nella boutique o on-line; interessanti sono le tre maschere, bianca con silice, nera con lava e verde con alga.

È un’esperienza che vale assolutamente la pena di vivere: potrai farti coccolare dall’acqua deliziosamente tiepida, in un bacino naturale circondato da nerissime rocce laviche e inumidito dalla tipica pioggerellina islandese.

Purtroppo i costi di un viaggio in Islanda sono ai massimi storici e il clima nordico non incentiva, ma la maestria e l’estro degli islandesi hanno ricreato una Spa di design e vero benessere che ricorda di più il mar Mediterraneo, di quello Nord Atlantico.
La tua prossima destinazione termale in Islanda non ti lascerà a secco e al freddo, nemmeno in pieno inverno islandese e tornerai con la pelle più soffice di quella di un bambino. .

Hai preso nota?

STAY IN TOUCH

Join our social and be the first to know
about all our news!